Combattere la solitudine: strategie per affrontarla

A cura della Dott.ssa Francesca Saccà, psicologa a Roma

 

soli.jpg

 

Solitudine

Tu, solitudine mia Tu, amica di sempre Tu, sempre  a me vicina, Tu, che mai mi hai lasciato

Tu, sei rimasta a cantare nel silenzio di un mondo egoista Tu, viva preziosa brillante e superba

In Te i miei pensieri, In Te la certezza che valgo qualcosa,

In Te la  consolazione dei ricordi del nulla , del poco o del troppo che ho avuto,

In Te la mia vita, In Te l’amore,

In Te – ricchezza silente dell’animo mio – ogni speranza ,ogni dolore, ogni angoscia, ogni gioia

Tu, seme che non dai piante Tu, pianta che non dai frutti Tu, solitudine Tu, sempre e sola a me fedele.

(Patrizia – Gennaio 1973)

 

 

Nel precedente articolo è stato affrontato il tema della solitudine per riflettere e capire insieme la differenza che c’è tra “solitudine” ed “essere soli”: potremmo infatti pensare alla solitudine come a un essere soli che si è protratto nel tempo così tanto da diventare spiacevole mentre l’essere soli per scelta, prendersi un po’ di tempo per sé, non rappresenta mai un problema bensì può rappresentare una preferenza personale.La solitudine è dunque una condizione che la persona sente di subire e che, di conseguenza,  genera malessere e disagio.

Oggi riflettiamo sulle modalità che possiamo mettere in atto per combattere la solitudine, vera o percepita che sia.

Cosa possiamo fare per rompere le pareti del muro che ci imprigiona?

Riconoscere questa condizione: negare la solitudine sarebbe come negare se stessi, evitare di pensare al problema rafforza le nostre preoccupazioni non le allontana 

Evitare di affrontare la propria solitudine con un atteggiamento di passività: la passività non fa che peggiorare la situazione.Adottare comportamenti come guardare la TV tutto il giorno, mangiare, bere alcolici, stare a letto, compiangersi, peggioreranno la situazione e  amplificheranno il senso di solitudine

 

Ragionare per piccoli obiettivi: spesso chi vive una condizione di solitudine ha difficoltà ad uscirne perché mira a cambiamenti radicali e modelli non consoni alla propria indole. Passare dal letto alla discoteca può essere un cambiamento troppo forte a cui la persona non è preparata, mentre introdurre nella propria routine “solitaria” una breve passeggiata, dell’attività fisica, un qualsiasi hobby o una chiacchierata con qualcuno può essere il primo passo verso un cambiamento



Ricerca  di contatto sociale: Chiamare un amico, creare dei momenti d’incontro, parlare con le persone, sono tutti buoni modi di affrontare la solitudine. Se già abbiamo un gruppo di amici e di conoscenze dovremmo chiederci come mai ancora avvertiamo un senso di solitudine. Forse si tratta di amicizie superficiali con le quali non riusciamo ad entrare in contatto profondo. In questo caso impariamo a ricercare la qualità piuttosto che la quantità, e magari provare a conoscere persone nuove

 

Imparare a stabilire buone relazioni interpersonali: a volte non riusciamo ad interagire con gli altri perché adottiamo un atteggiamento sbagliato e dobbiamo imparare a modificare la nostra ottica rispetto agli altri: quando si è timidi o introversi sarà più difficile, tuttavia gradualmente ci si può riuscire. Ricordiamo che l’amicizia infatti va sviluppata con gradualità e mettendo in gioco se stessi; alcune persone sole sono soliti rovinare una potenziale amicizia, avanzando delle premature richieste d’ intimità, usano in sostanza l’altro come contenitore per le loro problematiche e non come amico.

Ci sono poi anche alcune persone che adottando inconsapevolmente un atteggiamento troppo rigido e critico allontanano gli altri da se stessi; altre persone ancora mancano di argomenti di conversazione, poiché hanno pochi interessi. Il modo più semplice è quello di tenersi informato attraverso la lettura del giornale, andare a vedere qualche film appena uscito oppure trovarsi un hobby, ampliare in sostanza la propria dimensione al fine di poterla confrontare con quella degli altri

 

Tenersi impegnati:  con la “cultura” e con hobby vari e quindi andare al cinema, al teatro, ai concerti, alle mostre etc; conoscere persone nel “mondo virtuale” e quindi sul web, passando da chat, forum, social network, blog e altro

 

Adottare un animale: Gli esperti sono concordi nel sottolineare l’importanza di quest’approccio per arricchire l’esistenza di un individuo. Molti studi hanno dimostrato che l’interazione con un animale dona felicità, sicurezza e tranquillità. Inoltre l’affetto di un animale può aiutarci anche a trovare il contatto con altre persone: ad esempio un cane particolarmente adatto a favorire i contatti inter-personali offre spunti di conversazione, di ilarità e di gioco, aiutandoci ad abbattere il muro di solitudine che ci circonda. E dunque aiuta a combattere la solitudine.

Che si scelga un gatto,  un cane, un criceto o un pesce, il nostro nuovo compagno diventerà un potente antidoto contro il senso di vuoto intorno a noi e sarà una buona arma con cui combattere la solitudine

 

– Chiedere l’aiuto di uno psicologo: quando avvertiamo che la condizione di solitudine ci blocca e provoca un marcato disagio che va ad influenzare la nostra condizione di vita non vergogniamoci di chiedere l’aiuto di un esperto che ci aiuterà a mettere a fuoco le nostre emozioni e  i bisogni  più profondi e ad individuare le modalità più funzionali per reagire a questa condizione

 

 

 

 

52 thoughts on “Combattere la solitudine: strategie per affrontarla”

  • vorrei poter chiaccherare con qualcuno, non sto bene da molto tempo ormai ma la mia tristezza sembra non avere fine nonostante cerchi di tenermi impegnata. Sono e mi sento sola. Aiuto.

  • Mi avvicino ai 40, il senso di vuoto a volte mi crea un dolore fisico, non riesco ad interessarmi a niente, se non avessi il lavoro che mi occupa gran parte della giornata, starei fissa al pc o a letto…mi sono occupata per tanti anni di mio padre, anteponendo la sua vita alla mia, in tutto, adesso, dopo tre anni dalla sua scomparsa, non riesco a riempire la mia vita, non riesco a trovare un hobby, uno sport, un qualcosa che desti il mio interesse. Le idee per smuovermi, nella mente, ci sono, ma vi perdo interesse e le lascio lì, non faccio niente per attuarle. non riesco ad andare avanti….

  • Salve a tutti, sono un 50enne…. mi come è passata in fretta la mia vita.., ho fatto tantissimi sacrifici ma ora mi sento arrivato alla stazione di deposito, non mi rimane niente neanche gli affetti ormai non servo più. Eppure ho tanto da dare ricomincerei di nuovo ad scherzare, ridere, correre, amare… Eppure sono solo.. spero qualcuno solo o sola come me mi contatti magari per fare due chiacchere e scambiarci un segno di sostegno. il mio contatto è : gianni_cs@msn.com
    Ciao

  • Tra un Po 39 dopo una serie di vicissitudini mi trovo solo unica compagnia mia figlia di 7anni ogni 15gg a volte non vorrei vederla per non trasmetterle la mia situazione, poiché mi accorgo che lei l’avverte benissimo. (

  • alessandra says:

    ho letto i commenti delle altre persone, e mi sono pienamente ritrovata nella loro situazione. il problema è la mancanza di amici. ho viaggiato per anni, e adesso che sono ferma a casa, mi trovo sola, i miei vecchi amici sono ormai anni che non li vedo e non so che fine hanno fatto, al lavoro ho pochi colleghi e lavoro sempre da sola senza poter mai scambiare una parola, se non con i clienti. sono single e vorrei tanto avere una persona a fianco che mi faccia compagnia..E’ difficile trovare un ragazzo, un amico, un amica…e la cosa che mi fa male e che chi mi sta vicino come mia mamma si preoccupa tanto e vorrei trasmetterle piu serenità…ma non riesco….

  • sapete cosa vi dico?CHE SE SIAMO MOLTO SOLI…E’ ANCHE PERCHE’…NON FORMIAMO UNA ASSOCIAZIONE DI NOI TUTTI E METTENDO DA PARTE PER UN PO’ I CENTOMILA PROBLEMI CHE ABBIAMO E PENSIAMO AD UN CIRCUITO DI AIUTO-AIUTO VERO SINCERO SENTITO DA FAR EMERGERE TUTTE LE CAPACITA’ CHE ABBIAMO A CHE LA SOLITUDINE HA ATTUTITO…ANZI HA ANNIENTATO…PERCHE QUESTA CAVOLA DI SOLITUDINE CI MANDA AL CIMITERO PRIMA DEL TEMPO….CI FA AMMALARE!!!!ALLORA FATEVI SENTIRE E INVENTIAMOCI LA VITA!!!CIAO VERA

  • Io mi sento sola perchè sono sola. Da circa due anni ho cominciato ad allontarmi dalle mie amicizie, anche se erano poche c’erano ma io ho cominciato a sentirmi fuori luogo in ogni circostanza, giudicata perchè la mia vita professionale non stava andando a gonfie vele come quella delle mie amiche. Nascondevo ill mio disagio e non mi sentivo neanche invogliata a parlarne. Non mi sentivo capita ma solo giudicata. Non ho più cercato nessuno e tutti hanno smesso di cercarmi. Ma non voglio riallacciare con quelle vecchie amicizie, ne vorrei delle nuove, vorrei conoscere nuova gente, più simile a me, con cui sentirmi me stessa, senza nascondermi dietro una personalità che non è la mia;mi sembra una cosa impossibile, come si fa a coltivare delle nuove amicizie? per me puoi farti delle nuove conoscenze superficiali ma resti cmq ogni sera a casa da sola.

  • La solitudine sembra ci accomuni. E’ veramente una bruttissima sensazione. Vorrei conoscere persone che vogliano uscire da questo sentimento, vorrei creare delle amicizie solide. Adesso le persone che mi cercano (e che si definiscono amiche) lo fanno solo per buttarmi addosso i loro problemi, nessuna che mi chieda “come stai?”, sono persone inutili e aride.
    Io ci sono per ascoltare, ma vorrei che qualcuno ascoltasse anche me. Ho 60 anni e sono di Bologna. Anche se non sembra sono ottimista e positiva. La mia mail è lella1886@gmail.com. Grazie.

  • Salve sono massimo,
    a volte mi sento solo sopratutto per il fatto che non si riesce a trovare una ragazza seria che accetti pregi ma anche difetti…….sono un ragazzo serio carino e ho 38 anni ….se sei interessata e seria contattami nel mio indirizzo e mail… loi.88@hotmail.it

  • La solitudine…che parola amara…fino a qualche anno fa pensavo di poter comandare il mondo…oggi ho 32 anni e le vicessitudini della vita mi hanno fatto capire che non è per niente così. Scopri che le persone alle quali tieni di più purtroppo non sono eterne, scopri che avere amicizie femminili è difficile in quanto piene di invidia e gelosia, scopri che la maggior parte della gente è arrivista ed egoista …e così scopri la solitudine..quel senso di apatia che ti attenaglia…Tante volte penso di non chiedere tanto..chiedo solo di poter avere una persona al mio fianco per condividere i momenti della giornata, le gioie e le difficoltà della vita, una persona con la quale creare una famiglia…ma nella società in cui ci troviamo questo non sembra essere possibile!! tutti che cercano solo il benessere, le cose materiali, il divertimento..i valori della famiglia, del rispetto e della sincertià sembrano essersi volatizzati …. la mia solitudine penso che nasca proprio da questo!!!!!! Nonostante ciò voglio ancora credere nell’amore (di qualunque natura…da quello tra uomo e donna a quello tra amici, tra genitori, tra uomo e natura), voglio sperare che ci siano ancora delle persone buone, persone che rispettino il prossimo e che un domani il mondo forse cambierà..nel frattempo nel mio piccolo cerco di andare avanti come posso…chissà che un forse tutti noi non riusciremo ad esaudire i nostri desideri???

  • Ciao Catia, io ho 60 anni e come puoi vedere qualche post piu’ sopra soffro di solitudine anch’io.
    Ti lascio il mio indirizzo mail che è lella1886@gmail.com.
    Possiamo chiacchierare un po’ e anche se siamo lontane come età possiamo diventare amiche.
    Un abbraccio.
    Gabriella

  • … ‘Casco’ ora per caso in questo blog … Ci siete? Siete connessi? Nel senso: è sempre vivo, questo punto di dialogo? Se sì, in che città vivete? Credo infatti all’idea di Vera (vedi suo messaggio del 3 giugno), a patto che l’incontro tra noi soli non sia virtuale e telematico, ma concreto. Perché la solitudine si sconfigge con un contatto reale, anche semplicemente con qualche ora trascorsa insieme, un gioco, un film, una cena, che ne so … Magari, certo, formando gruppi un po’ omogenei per età. Ma di una cosa sono sicuro: nessuno capisce davvero a fondo il peso della solitudine se non è altrettanto solo. Aiutiamoci a vicenda, allora!
    Roberto C.

  • Dimenticavo … Visto il mio proclama alla concretezza (e viste le proposte di Elena, l’appello di Gabriella, etc), è giusto che dia a tutti voi qualche riferimento appunto concreto su di me:
    – ho 53 anni
    – vivo in provincia di Varese
    – sono contattabile via mail: roberto57c@yahoo.it

    Ciao!
    R

  • ciao ragazzi/e mi chiamo Elisa e ho 28 anni! Ho avuto una vita molto travagliata nonostante la mia giovane età… ma il mio problema è che mi sono sempre sentita sola anche se circondata da tanti amici sentivo il bisogno di qualcosa che non c’era! ora convivo con il mio fidanzato che non c’è mai x lavoro e mi sono trasferita già da due anni nella sua città dove non conosco molta gente! qui ho avuto modo di scoprire la vera solitudine… posso stare con amici, stare al telefono tutto il giorno, ma questo sentirmi sola non passa mai, ora pero sono davvero sola e la tv, il pc non attutisce questa triste sensazione! scusate lo sfogo ma sono davvero giù di corda…

  • vedo che non sono la sola ad essere sola l umanita oggi è troppo presa da cose banali tanta gente ha bisogno di altra gente ma non vede via di sbocco mi rassegno alla mia solitudine

  • vedo che non sono la sola ad essere sola l umanita oggi è troppo presa da cose banali tanta gente ha bisogno di altra gente ma non vede via di sbocco mi rassegno alla mia solitudine

  • Alla solitudine pian piano ci si abitua. Però però… bisogna avere obiettivi: un lavoro, anzitutto. E poi, facendo qualche compromesso, costruire qualche amicizia. Io di amici ne ho veramente pochi pochini. Sono single, non per scelta ma per disgrazia (troppo lungo da spiegare, ma quanto vorrei che quel tizio muoia). Ho scoperto una cosa che la solitudine lacerante si supera. E si supera quando cominci ad assaporare te stessa, le tue piccole cose. Ho scoperto che non ci si può mai basare sugli altri. Tre anni fa, giorno di S. Valentino, ho chiesto ad un mio collega (che ogni tanto mi corteggia pure), amico solo da 23 anni, di uscire con me, stavo troppo male. Ebbene, lui mi ha detto di no, accampando scuse improbabili. Ora vi dico la verità: x questo San Valentino, preparerò una raffinata cenetta per me, con tanto di chiacchiere al cioccolato, e guardo la TV. Le ferite non passeranno mai, sono sempre lì, a volte ci si dimentica del loro rossore, a vole sono acute. Ad Elisa. Non fidarti dell’uomo troppo spesso assente x lavoro; in genere, ha un’altra famiglia. Ciaoo

  • ciao a tutti mi chiamo manuel o 40 anni anchio come voi soffro di solitudine
    non o piu nessuno in cui contare in un po di affetto
    per caso o trovato questo sito
    se qualcuno volesse parlare un po con me lascio il mio contatto dnlema@virgilio.it
    grazie

  • vedo che siamo molti a sentire la solitudine, come voi anch’io mi sento sola,non ho piu’ un amica,quelle poche ho perso,per via dei miei trasferimenti,ma si vede che non erano nemmeno le amicizie vere…vorrei tanto che qualcuno mi capisse,vorreis cambiare opinioni,creare una sincera amicizia con un amica….,premetto che NON sono lesbica.anche se non mi importa se la persona di fronte a me lo e’. importante e’ l’anima. e la mia si sente sola…. se volete chiedermi amicizia sto su fb Xenia L. Eny ciao

  • vedo che siamo molti a sentire la solitudine, come voi anch’io mi sento sola,non ho piu’ un amica,quelle poche ho perso,per via dei miei trasferimenti,ma si vede che non erano nemmeno le amicizie vere…vorrei tanto che qualcuno mi capisse,vorreis cambiare opinioni,creare una sincera amicizia con un amica….,premetto che NON sono lesbica.anche se non mi importa se la persona di fronte a me lo e’. importante e’ l’anima. e la mia si sente sola…. se volete chiedermi amicizia sto su fb Xenia L. Eny ,la mia email e’ xenia.68@libero.it ciao

  • Alessandro says:

    Parlare con uno psicologo come si consiglia qui è roba per pochi o diciamo per ricchi. prenotare un colloquio al consultorio si fa in tempo a impazzire o buttarsi giu da un ponte prima di avere un colloquio per tempo. Molti al giorno d’ oggi non lavorano, come me, e sentire dentro una gran voglia di parlare con qualcuno ma non averne i mezzi è frustrante. Anche voi cari psicologi siete figli del Dio denaro e solo a quello rispondete.

  • Come posso mettermi davanti a un psicologo,una persona che vedo la prima volta,un perfetto sconosciuto e raccontargli la mia vita?… se so che guarda l’orario perche’ ovviamente la sua prestazione ha un suo prezzo. non ci riuscirei,sono una che ha bisogno del tempo e della fiducia in una persona- per potermi aprire… e non so davvero come le persone ci riescono,quel psicologo/(a ) dovrebbe avere davvero la faccia mooolto amichevole e affidabile,deve essere molto bravo/(a) a darmi sensazione di poter dire tutto…. e all fine so che tutto non gli direi….quindi semplice-non ci andro’ mai-… ma qualche problemino,qualche fobia,la porto dentro di me….poi mi sento molto sola….

  • ciao mi chiamo salvo e ultimamente mi sento cosi solo e come diceva mio nonno non si muore di malattie ma di solitudine,,,,se qualcuno e cosi cpmprensivo e volesse farmi un po di compagnia ne sarei davvero contento quindi se mi contattate mi fate un grande favore intanto vi saluto e rimango in attesa ciao vulcanoattivo60@gmail.com

  • Ciao, ho 35 anni e per svariati motivi più passa il tempo e più mi sento solo ma, ciò che più mi spaventa è la paura di restarlo x sempre. Dei maledetti problemi di ansia (che sto cercando di curare proprio con uno psicologo) hanno sempre compromesso le mie relazioni sociali. Amicizie ne ho avute e ne ho, ma ormai ognuno ha la sua vita di coppia e non sempre ci si frequenta.Da qualche anno ho una casa tutta mia ma ancora passo molto tempo a casa di mia madre; restare a casa da solo di sera mette una malinconia…
    Spesso mi chiedo se il futuro possa riservarmi qualcosa di meglio… Però il tempo non è amico.
    Un augurio a tutti voi affinché possiate uscire da questa triste condizione.

  • in questo mi sento solo, in questo momento vorrei fermare il tempo, per poterlo vedere dall’esterno…………… vorrei poterne uscire da solo, vorrei un aiuto
    sono della provincia di roma………………..vi lascio la mia mail gimara80@gmail.com
    per chi volesse fare una kiakkierata o uscire per farsi una passeggiata ciao a tutti

  • ciao a tutti anchio come voi sofro di questa peste di solitudine e dura da sconfigere perchè è un pò bastarda avolte mi piace stare solo senza nesun impegno ho apuntamenti da rispettare, poi ce il rovescio della medaglia, qundo fai i conti con te stesso ti guardi intorno e non ce niente nessuno zero, e triste, avolte penso che è una vita sprecata vivere cosi. la pigrizia fa da padrona .

  • Io ho sessanta anni ed ho appena lasciato il mio convivente,sento un profondo senso di solitudine e di ansietà,mi ero isolata,concentrata solo sui miei problemi.Ora ho bisogno di amicizie anche solo virtuali visto che non vivo in Italia.Chi vuole essere mia amico,amica?Aiutatemi!

  • Anch’io mi sento solo, anzi sono sola, ho perso i miei genitori, da due anni, nella mia vita mi sono sempre occupata di mia madre e adesso che lei non c’è più sono solo, senza famiglia e con pochi amici….. una situazione strana, non avrei mai potuto immaginare una cosa del genere per me…..

  • ho letto tutto o quasi tutto lo che avete scrito,e io me sento veramente solo e triste,ho 50 enne ,no trovo un sentito a la vita tutto me anoia,ho appena cominciato una terapia vedremo cosa succede,sono separato da 12 anni,e dopo questo me sono enamorato de un uomo,relazione che duro 8 anni con alti e bassi adesso sono piu solo de prima,cosa posso fare?scusate ma non sono italiano x quello la mia scritura non e precisa,rispondami qualcuno qualcosa vi prego,Edoardo.

  • Ciao io ho 33 anni,
    Anche io mi ritrovo nelle vostre storie.
    Mi sono trasferita in un’altra città e poi sposata molto giovane con un uomo stupendo ma che per il nostro bene lavorava tantissimo, passavo tanto tempo sola e le amicizie erano poche.
    Purtroppo il non vedersi e condividere la vita ha portato alla rottura del matrimonio.
    Mi sono trovata ancora più sola con la mia famiglia lontana e con dei problemi, pertanto ho dovuto affrontare tutto da sola. Dopo un anno ho conosciuto una persona a cui mi sono legata forse proprio per paura di stare sola col risultato che anche questa storia non è decollata.
    Ora mi ritrovo con un senso di vuoto immenso , non riesco a fare amicizia facilmente perché spesso le persone sono superficiali e pensano solo al l’apparenza e non ai valori.
    Trovo che creare un nostro gruppo sarebbe una bella cosa, ci permetterebbe di conoscere persone che ci capiscono e magari ci aiutiamo a vicenda a non vivere in questa situazione.

  • ciao ho 34 anni vedo che ci ritroviamo tt nei soliti problemi e pensieri per colpa di questa sconosciuta… solitudine..mi farebbe piacere conoscerti vale..lascio la mia mail cmq x amicizie..prediligo le donne(sono etero),mi piacerebbe mettermi a posto x rifarmi una vita con una compagna..lo spero.. in ogni caso per amicizia va bene entrambi..meglio ci vuole un gruppo..la mia mail: sabrass@libero.it

  • Ciao, mi chiamo Lara, ho 41 anni , 3 splendidi ragazzini e un matrimonio fallito alle spalle. Ormai per tanto tempo ho tirato avanti da sola, con l’aiuto enorme dei miei genitori, ma la mia vita sotto il lato sentimentale è totalmente piatta. Questo mi manca tanto e spesso mi chiedo se riuscirò ad avere un’altra possibilità, una nuova relazione appagante, perchè credo ancora nel principe azzurro.
    Non vedendo niente, per adesso sono a combattere disturbi da panico e spero tanto che possa riuscirci il prima possibile. Se qualcuno ha voglia scrivermi il mio indirizzo è larahappy@libero.it Grazie!

  • la solitudine è mia compagna fedele da molto tempo ormai,a volte riesco a gestirla,a volte mi sembra di annegarvi dentro.In fondo nasciamo soli e moriamo soli…….con l’amore e l’amicizia si crea l’illusione di non essere soli;ma in realtà siamo soli sempre e comunque.Rimane pur sempre una condizione a volte insopportabile!SARA PISCIELLA SONO SU FB UN ABBRACCIO A TUTTI QUELLI SOLI COME ME

  • Ho 60 anni e sono stata per anni a curare mia figlia poi lei è guarita e d’improvviso mi ha detto di andarmene perchè le davo un senso di vecchiaia e io mi son sentita una cosa gettata via e così vivo da sola da pochi mesi con interminabili giornate vuote. Ho tanti interessi ma non ho amiche con cui parlare della mia età e vivo a Napoli e chissà se esiste una persona della mia età che vuole fare 4 chiacchiere e qualche passeggiata per ritrovare il senso della vita . Scrivetemi , basta così poco per sentirsi felici perchè l’amicizia forse è più importante dei figli per una vecchiaia serena

  • Ho 60 anni e sono stata per anni a curare mia figlia poi lei è guarita e d’improvviso mi ha detto di andarmene perchè le davo un senso di vecchiaia e io mi son sentita una cosa gettata via e così vivo da sola da pochi mesi con interminabili giornate vuote. Ho tanti interessi ma non ho amiche con cui parlare della mia età e vivo a Napoli e chissà se esiste una persona della mia età che vuole fare 4 chiacchiere e qualche passeggiata per ritrovare il senso della vita . Scrivetemi , basta così poco per sentirsi felici perchè l’amicizia forse è più importante dei figli per una vecchiaia serena la mia email è pensierinsoffitta@libero.it

  • Ho 60 anni e sono stata per anni a curare mia figlia poi lei è guarita e d’improvviso mi ha detto di andarmene perchè le davo un senso di vecchiaia e io mi son sentita una cosa gettata via e così vivo da sola da pochi mesi con interminabili giornate vuote. Ho tanti interessi ma non ho amiche con cui parlare della mia età e vivo a Napoli e chissà se esiste una persona della mia età che vuole fare 4 chiacchiere e qualche passeggiata per ritrovare il senso della vita . Scrivetemi , basta così poco per sentirsi felici perchè l’amicizia forse è più importante dei figli per una vecchiaia serena la mia email è pensierinsoffitta@libero.it

  • ho 41 anni, ho sempre fermo nella mia mente un ricordo, io che a 14 anni mi chiudevo nell’armadio a muro e piangevo e piangievo perchè tutti mi evitavano, pensavo che le cose con gli anni sarebbero cambiate ed invece no.
    Più vado avanti e più mi rendo conto che per gli altri non esisto, quelle poche volte che parlo con qualcuno mi rendo conto che quello che ho da dire io non intersessa, appena cerco di introdurmi nel discorso la persona che sta parlando alza la voce e continua a parlare di se…..esiste qualcuno al mondo che abbia voglia di parlare dei suoi problemi ma di ascoltare anche i miei, esiste qualcuno che abbia voglia di condividere parte del suo tempo anche virtualmente con me? Cerco solo “qualcuno”.

  • Ciao Roberta, la tua storia è molto simile alla mia anche se siamo diverse per età (io 62).
    Se vuoi scrivermi la mia mail è lella1886@gmail.com , ti risponderò volentieri e potremmo anche diventare amiche.
    Un abbraccio.
    Gabriella

  • ciao Roberta e a tutti i soli come me, è un casino he! questa solitudine fa un sacco di vitime. soliituudiineee- aaaiuutooo. bastarda.
    avolte penso che la gente percepisca il nostro problema, ho disaggio e si comporta in maniera scorreta non vuole ascoltarti gli dai fastidio, fai paura, io faccio volontarito in un centro di gente con problemi di tossicodipendenza e tant altro, faccio grupo genitori e vi dico che un pò mi aiuta, perche mi rendo conto che i miei problemi sono pocca cosa a confronto di qulli degl altri, non è tanto però è già qualcosa. per chi vuole comunicare.
    la mia mail è stefanorru69@gmail.com

  • ciao a tutti, già, brutta cosa la solitudine. io viaggio molto x lavoro e dopo 15 anni di matrimonio ho ricevuto il ben servito da chi credevo fosse la persona più bella del mondo. A volte mi chiedo se i sacrifici fatti x la famiglia ne sono valsi la pena. ora mi ritrovo a parlare con me stesso, amici pochi xchè tutti si sono fatti una loro vita e quindi andare a bussare alla loro porta ora dopo tanto tempo mi sembra un pó patetico. che brutto, mi piace sorridere,viaggiare,cucinare,camminare, mi piace tutto insomma, ma da soli non ha senso …

  • Ciao a tutti,mi chiamo Laura ed ho 27 anni. Soffro di solitudine, ebbene sì. Quando esco con un gruppo di amici mi sento sempre fuori posto. Non so cosa dire, non ho argomenti. Nemmeno di me sò parlare, eppure dovrei conoscermi. Penso di essere una persona vuota. Mi sento così sola, dormo per non pensare. Ma tutto questo non va bene. Vorrei essere felice, è possibile?

  • sono gianni da tempo sento il bisogno di avere accanto una presenza femminile mi sento solo non ho amicizie vuoi per il mio carattere pigro ho avuto alle spalle una vita matrimoniale che non è andata a buon fine non so se riuscirò a trovare la mia anima gemella credo ancora nell’amore vero io ho 45 anni con un lavoro ho una casa dove quando entro sento davvero il bisogno di trovare qualcuno che mi faccia sentire il calore della casa per poter vivere in serenità spero che qualcuno mi contatti abito nella provincia di bari..

  • Ciao a tutti. Era da moltissimo che non scrivevo su qst Blog. Che dirvi? Anche io in passato ho sofferto la solitudine, ma come vi ho detto in passato, ci si abitua anche ad essa. Siamo degli “animali” socievoli, come diceva Aristotele, ed inclini all’abitudine. Anche io come Gianni qnd entravo in casa sentivo il bisogno di trovare qualcuno, un calore, un affetto. Ma purtroppo nel tempo non sono riuscita a trovare nessuno. Io sono calabrese, anche se di vivo in Sicilia. Gianni, se vuoi comunicare in qualche altro modo che non sia questo, dammi un riferimento, e possiamo magari tenerci un po’ di compagnia, non so esattamente come. Un grosso abbraccio a tutti.

  • Ciao a tutti.Anch’io mi sento sola.Ho pochissimi amici,almeno per quello che io intendo come amici.La mia relazione è finita.La causa del mio stato presumo sia dovuta al fatto che per anni ho dedicato tutto il mio tempo al lavoro (gestivo un ristorante) e a mia figlia essendo divorziata.Fra l’altro abito in un piccolo paese friulano dove notoriamente si sa che la gente del posto sia chiusa e fredda. Il fatto è che per brevi periodi allaccio amicizie ma poi le perdo subito perchè sono troppo presa dagli impegni di lavoro e dalla casa.Quello che mi manca sono degli affetti sinceri.Un grande abbraccio a tutti

  • La mia mail è p.antonio.tirello@gmail.comVedo che non sono l’unico ad esser passato di qua, magari casualmente. Credo che se qualcuno giunge qui, non lo fa per caso ma perché alla fine la candela della speranza non si è ancora spenta. Vivo vicino a Milano, ma non è la mia città natale ed ancora la conosco poco. Sono un uomo di quasi quarant’anni. Riesco a parlare meglio con le donne piuttosto che con gli altri uomini (mal digerisco la competività maschile e ne sono schiacciato). Non cerco più una relazione di coppia perché sono stufo di combattere il destino. Se c‘è qualche donna di queste parti potremmo farci compagnia, o forse diventare amici.

  • Ciao a tutti…vedo con dispiacere che non sono il solo ad essere passato di qua..e cosi come voi lascio il mio commento, sono di Roma Ho 54 anni e sono come in tanti separato da oltre tre anni e questa separazione mi ha portato a capire i veri amici…tutti quelli che consideravo amici di famiglia..tutti spariti, sono due anni che vivo completamente da solo, ora non ce la faccio piu e vorrei ricominciare a vivere la mia vita perche sono sempre stato un tipo socievole, allegro e pieno di vita, ci sara’ questa possibilita di conoscere gente nuova che abbia le mie stesse voglie e la mia stessa voglia di rifarsi nuove amicizie?? lo spero con tutto il cuore.
    un abbraccio a tutti stefano.olivi@alice.it
    Stefano

  • Ciao a tutti. Mi chiamo Rosario e non ho problemi di solitudine e/o relazione in genere. Sto conoscendo (vivendo e combattendo) però indirettamente, da qualche anno, il dramma di mio figlio ventottenne che, invece, di solitudine rischia di morire (anche fisicamente). E anche solo per evitare che qualcun altro/a “avvii i suoi pensieri in questa direzione nefasta” vorrei dare il mio modesto (per lavoro sono sempre in giro per l’Italia) contributo, qualche consiglio (ho 56 anni, e trascorso una vita “abbastanza piena di problemi”..) e se necessario anche vicinanza (vivo a Bologna, due/tre gg a settimana), soprattutto ai più giovani; perché possono farcela.
    Il mio indirizzo mail, se preferite scrivere e’ : saro-bo@virgilio.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

16 − 1 =