Francesca Saccà - Psicologa psicoterapeuta e scrittrice

Narcisista patologico: perchè dice che ti ama quando non è così?

Le false promesse d’amore di un narcisista

Pur non provando alcun sentimento sincero e genuino, un narcisista patologico professa amore a parole (e spesso con gesti eclatanti) al fine di creare una forte connessione con la sua vittima e ottenere costantemente rifornimento. Le persone con disturbo narcisistico della personalità dipendono dagli altri e cercano rifornimento narcisistico per sostenere il loro senso di identità e regolare la loro autostima. Il rifornimento narcisistico altro non è che la droga che fornisce forza vitale al narcisista.

Nella ricerca di approvvigionamento, le persone sono ridotte ad oggetti. Chiunque possano manipolare – un partner, un figlio, un amico o un collega – è una potenziale fonte di approvvigionamento. Ottengono rifornimento (o carburante, termine evidenziato precedentemente in questo glossario) idealizzando ed emulando gli altri o svalutando e affermando la loro superiorità su di loro. Se una fonte di rifornimento si allontana o non li soddisfa più, possono scartarla e/o cercare altre fonti.

Un narcisista dichiara amore al partner perché vuole rendere la preda che ha scelto devota a lui/lei. La vittima crede nel potere dell’amore e vuole essere amata ed è per questo che viene facilmente catturata nella rete di un narcisista.

In particolare i momenti in cui un narcisista parla di amore sono durante il Love Bombing e durante il cosiddetto Hoovering di ricattura.

Nella fase di Love Bombing, il narcisista mira ad adescare la propria preda ed è per questo che le fa mille promesse d’amore. La tecnica del Love Bombing fa sì che il manipolatore narcisista si presenti come la bella copia del principe azzurro o della principessa dei sogni, oppure come il genitore, il capo, amico, collega perfetto. Ti riempie di attenzioni che non avevi mai ricevuto prima, creando un terreno fertile per far nascere in te un senso di fiducia e protezione.

Le false promesse d’amore sono tipiche anche nella fase di Hoovering, tecnica manipolatoria usata frequentemente dai narcisisti (che prende il nome del famoso aspirapolvere americano Hoover) e che consiste nel tentativo di risucchiare la preda di nuovo dentro la relazione, anche dopo mesi o anni dalla fine della stessa.

Anche quando la relazione è terminata, ricorda che il tuo ex partner narcisista ti conosce molto bene. Sa che sei una persona sensibile ai ricordi e che vivi una sorta di ‘amnesia di relazione’, dove sei incapace di ricordare gli eventi negativi più recenti e sei bloccato in un punto nostalgico nel tempo.  Per ricatturarti basta che prema il bottone reset e pronunci la semplice frase ‘Mi manchi’.

Tu interpreterai quel ‘Mi manchi’ come un ‘Ti amo e non ti ho dimenticato’.  In realtà la sua mossa è frutto di un calcolo. Lo fa per convenienza, per divertirsi, per rifornirsi. Un ex partner narcisista è molto reattivo e può giocare la carta della nostalgia quando è solo, annoiato e ha necessità di rifornire il suo ‘ego’.

Il tentativo di ricattura non ha alcun seguito ed è solamente finalizzato a controllare lo stato di dipendenza della propria preda. A un messaggio o telefonata cui si risponde in modo gentile o rabbioso (perché anche una risposta negativa è comunque una risposta e quindi una forma di energia) può seguire un’altra sparizione. Pertanto, le uniche risposte a un tentativo di ricattura devono essere il No Contact e l’indifferenza.

L’errore che la vittima commette, quando il vissuto della nostalgia è dominante e non viene gestito, è quello di ricadere nella trappola della relazione tossica poiché interpreta la ricattura narcisistica come segno di amore, illudendosi per l’ennesima volta e ripetendo, per l’ennesima volta, il copione disfunzionale.

Fondamentale dunque imparare ad abbandonare illusioni, aspettative di cambiamento e diventare reattivi, uscire il più rapidamente possibile da questa ‘amnesia di relazione’ dovuta all’attivazione della Nostalgia e alla mancata elaborazione di questo vissuto emotivo.

Quando siamo in preda ad un attacco nostalgico la nostra mente inizierà a vagare e  riaffioreranno  i  ricordi  positivi della storia.  In quel momento avvertirai il desiderio di tonare a sentirti come allora e, nello stesso tempo, dimenticherai tutti i ricordi negativi e le emozioni spiacevoli che provi per la maggior parte del tempo.

Ma non funziona così nelle relazioni sane, dove non si vive di ricordi passati ma si vive insieme nel presente con fiducia e rispetto.

Se vuoi saperne di più ti suggerisco la lettura del mio nuovo libro “Perché il narcisista…? Capire come funziona un narcisista patologico per mettersi in salvo” che puoi ordinare qui https://www.amazon.it/Perch%C3%A9-narcisista-funziona-patologico-mettersi/dp/8831644785/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&keywords=narcisista&qid=1579800970&sr=8-1

I libri della Dott.ssa Francesca Saccà

(Disponibili sia in formato cartaceo che in versione Ebook su Amazon)

Saccà F., (2019) La Magia della Rinascita. Il viaggio di guarigione del sé dopo l’abuso narcisistico. Youcanprint

Saccà F., (2018) Da oggi MI AMO. Come volersi bene e potenziare l’autostima danneggiata da una relazione con un narcisista. Youcanprint

Saccà F., (2018) Lettere a un cuore in rinascita. #ConilCuoreOltre. Youcanprint.

Saccà F., Capocchia L., (2017) Vola via! Meriti di essere felice. Guida pratica al NO CONTACT per mettere il punto ad una relazione tossica e tornare ad amarti. Youcanprint.

Saccà F., (2016) La vita scorre. Vai oltre. Come uscire da una relazione tossica e rinascere emotivamente. Youcanprint.

Saccà F., (2011) Perdersi per poi ritrovarsi. Suggerimenti per non smarrirsi lungo il sentiero della vita. Società Editrice Dante Alighieri, Roma.

Ebook

(Disponibili solo in formato digitale)

Saccà F., (2019) Come riconoscere le amicizie tossiche e proteggere il tuo equilibrio emotivo. Youcanprint.

Saccà F., (2018) Come gestire la rabbia tossica indotta da manipolatori affettivi. Youcanprint

Saccà F., Capocchia L., (2017) La Nostalgia della Maschera. Come gestire la nostalgia che intrappola in una relazione tossica. Youcanprint