Francesca Saccà - Psicologa psicoterapeuta e scrittrice

Mentre tu soffri il narcisista non cambia

Se sei un essere umano dotato di sensibilità, empatia e compassione, non potrai mai comprendere il comportamento di un narcisista, che, visto attraverso le lenti del tuo modello di umanità, sembra non avere senso.

Di fronte a un narcisista ciascun essere empatico avrà ripetuto frasi del tipo: “Come può farmi questo?”, “Com’è possibile che non capisca quanto male mi sta facendo?”, insieme a molte altre esclamazioni ricche di incredulità che ti colpiscono dritto allo stomaco.

Tutto ciò implica inevitabilmente che si attivi in te il desiderio di far cambiare il narcisista e soprattutto di condurlo a capire perché sbaglia. L’essere empatico, sensibile, compassionevole lotta inutilmente e quotidianamente per condurre il narcisista a comprendere tale diversità, con la speranza che questo possa fermare i suoi comportamenti distruttivi. E compie così il più grave errore che possa essere commesso con un narcisista, quello di volerlo redimere.

Ad un narcisista piace vedere la sua vittima affannarsi e lottare per lui/lei, tutto questo gli/le fornisce puro rifornimento narcisistico.

Il paradosso è proprio questo, più si tenta di combattere per un senso di giustizia, di responsabilità e correttezza, più si assicura al narcisista il suo rifornimento.

Ci si può accorgere che si è diventati il bersaglio di un narcisista? La risposta è sì, ma per farlo dovrai imparare ad ascoltare alcuni ‘campanelli d’allarme’ che ti aiuteranno a capire se sei diventato una sua fonte di rifornimento e dunque se la tua autostima è a rischio.

Vediamo quali sono:

  • Senti che stai perdendo energia e interesse per la tua vita
  • Senti di non meritare amore
  • Ti senti spesso sbagliato e in colpa
  • Non riesci a far rispettare i tuoi confini
  • Non riesci ad esprimere i tuoi bisogni
  • Non ti dedichi ai tuoi hobby
  • Ti sei isolato da amici e familiari
  • Chiedi scusa anche quando non ce n’è motivo
  • Sperimenti da parte del narcisista crudeltà, indifferenza e atti sprezzanti che non tengono assolutamente conto del tuo stato emotivo
  • Inizi discussioni così contorte che ti fanno sentire come se stessi perdendo la testa
  • Ti senti deluso, frustrato, sperimenti sentimenti di abbandono e di rifiuto
  • Nessuno dei tuoi bisogni è tenuto in considerazione
  • Ti senti incolpato di tutti i problemi
  • Ti confronti con un comportamento da Dottor Jekyll e Mister Hide che passa dall’amarti al condannarti
  • Vieni accusato davanti ad altri. Viene minata la tua credibilità di fronte ad altre persone

 

Se ti sei riconosciuto nella maggior parte di questi campanelli d’allarme vuol dire che la tua autostima è a rischio ed è importante che tu lavori da subito per creare le condizioni necessarie per stabilire confini, chiudere o limitare la tua relazione tossica e tornare ad amarti.

Insistere nel cercare di far cambiare un narcisista e volerlo ricondurre al tuo modello umano ed empatico non fa altro che farti disperdere energie e indebolire la tua autostima. Cercando sempre più di ricevere dall’altro comprensione, sicurezza e correttezza, non ottieni altro che fallimenti.

La tua ossessione di volerlo cambiare fornisce al narcisista il sadico piacere di osservare come ti stai affannando in un’impresa impossibile. Mentre tu ti affanni e perdi forze, il narcisista si sente ogni giorno più importante. 

La parte più difficile per una vittima è quella di comprendere che in una relazione sana non si deve lottare. La lezione più importante da imparare è che non si può forzare qualcuno a essere semplicemente ciò che non è, soprattutto se non ha le risorse per esserlo.

Hai mai sentito la favola del coccodrillo che convince un animale della foresta ad attraversare il fiume con il suo aiuto, portandolo sano e salvo sull’altra riva? A metà del tragitto il coccodrillo trascina giù l’animale e lo mangia. L’animale della foresta gli grida “lo avevi promesso!”. Poco prima del primo morso il coccodrillo rivela la sua realistica verità “Sì, ma IO SONO un coccodrillo”.

Se stai trattando con un individuo che si rifiuta di giocare pulito, non c’è speranza che tu possa recuperarlo e mutarlo in una persona dignitosa. Potresti illuderti che il successo di tutta la tua vita dipende da questo risultato. Stai pur certo che non accadrà.

Senza alcuna vergogna, al narcisista non interessa essere considerato responsabile, avere rispetto per i tuoi bisogni e giocare a carte scoperte. Ciò che egli desidera non è una risoluzione sana, ma solo e soltanto un rifornimento narcisistico.

Un narcisista non è interessato a ciò che tu vuoi per la tua vita. Non è interessato a dare e ricevere amore o creare una vita di condivisione, sicurezza e felicità. E questo, per te, non è un modo sano per vivere. Piuttosto rappresenta un pericolo di vita – senza alcun “…e vissero felici e contenti”.

Il narcisista ha bisogno della tua angoscia e del tuo dolore, proprio come tu hai bisogno del suo amore e della sua presenza, anche se poi di fatto questo non accade. In questo modo, tu e il narcisista siete al contempo sia i consumatori che i rifornitori di questo ciclo di dipendenza devastante e distruttiva. La droga è il bisogno.

Il narcisista che ti chiede sempre più energia sa che può continuamente alimentarsi come un pozzo senza fondo del tuo rifornimento gratuito, e tu invece non potrai contare su nulla, se non sulla certezza che dovrai fornirgli sempre e solo la tua energia senza avere in cambio nulla. Ciò significa che tu sarai svuotato fino a che potrai reggere.

Ricordati sempre che le persone vere sono quelle che dimostrano ciò che dicono. Le azioni reali sono ben lontane da dichiarazioni di falso amore, seguite da parole e azioni distruttive, promesse mai mantenute, e colpi di scena che offuscano completamente precedenti affermazioni.

Sii brutalmente onesto con te stesso, perchè la verità ti renderà davvero libero. Rifletti che, ad accezione di piccoli barlumi di speranza che hai ricevuto con intermittenza, il resto della relazione ti sta distruggendo, pezzo per pezzo. Riesci a capire quanto sia futile tentare di investire le tue energie in un lavoro o in una relazione che non condurrà a niente?

La relazione che volevi con il narcisista non è mai stata come pensavi che fosse, e non possiedi l’abilità di provare a forzarla a diventare reale. 

Ricorda che la realizzazione della tua vita non potrà mai essere ottenuta attraverso un’altra persona, perchè essa è solo una tua responsabilità.

 

 

Bibliografia

 

Evans M.T., (2011) How to do No Contact 

 

Saccà F., (2018) Da oggi MI AMO. Come volersi bene e potenziare l’autostima danneggiata da una relazione con un narcisista. Youcanprint

 

Saccà F., Capocchia L., (2017) Vola via! Meriti di essere felice. Guida pratica al NO CONTACT per mettere il punto ad una relazione tossica e tornare ad amarti. Youcanprint.